Locri Epizefiri

Nuova campagna di indagine nell’area urbana dell’antica colonia greca con rilievi fotogrammetrici e indagini geoelettriche e georadar.

Continua il progetto congiunto SAET Scuola Normale Superiore e IBAM-CNR sul sito dell’antica colonia greca.
Si è appena conclusa una nuova campagna di indagine nell’area urbana. L’intera area del Santuario di Contrada Marasà è stata rilevata parallelamente con fotogrammetria da drone e laser scanner, georeferenziata con GPS differenziale, ed esplorata con indagini geoelettriche e georadar. Nella foto alcuni membri delle due équipes al termine dei lavori, insieme al geometra Aldo Guastella che, da Ragusa, si è unito al gruppo di lavoro fornendo la sua personale esperienza e grande professionalità nell’uso del GPS.

Comments are closed.