Strumentazione

Le dotazioni tecnico-scientifiche del SAET consentono di gestire tutti i momenti della documentazione di strutture, contesti e materiali rinvenuti nel corso delle ricerche sul campo.
Tra le attrezzature di ripresa fotografica, oltre alle tradizionali aste telescopiche, viene sempre più frequentemente impiegato un Sistema A Pilotaggio Remoto (SAPR) con drone dotato di fotocamere digitale e all’infrarosso. Le foto da drone, opportunamente programmate, possono essere utilizzate per la produzione di modelli 3D utili sia per la realizzazione di ortofoto e sezioni per uso scientifico, sia per l’attività di divulgazione.
Un microscopio digitale agevola la documentazione di materiale epigrafico, numismatico e ceramico.
Ampia la dotazione di strumenti per il rilievo grafico di scavo, dalla stazione totale ai pantografi a filo.
Il SAET è in grado di produrre ottimi calchi in resina vinilica di iscrizioni e reperti (particolarmente efficaci le repliche di iscrizioni segestane esposte aI piano del Palazzo della Carovana); la collaborazione con il Laboratorio SMART della Scuola Normale Superiore e la possibilità di stampa 3D aprono ulteriori interessanti prospettive.